Skip to content

DBA as a service

Che cos’è

Compito del Database Administration (DBA) è quello di far funzionare, mantenere e monitorare le istanze Microsoft SQL Server installate presso la propria azienda.
Per le aziende che non hanno al proprio interno un DBA, è disponibile un servizio flessibile e scalabile che ha lo scopo di mantenere ed incrementare l’affidabilità e la disponibilità dei vostri SQL Server, anticipando dove possibile i disservizi.

Come funziona

Il processo di attivazione e messa a regime del servizio DBA as a Service (DB3AS) si compone di cinque passi:

Valutazione dell’attuale infrastruttura SQL Server ed acquisizione dei requisiti della vostra organizzazione (scenari futuri, SLA, etc).

Ottimizzazione dell’attuale infrastruttura, dove necessario, in modo che le istanze SQL Server siano “in bolla” e possano essere inserite nel sistema di monitoraggio.

Monitoraggio delle istanze SQL Server mediante un prodotto proprietario che raccoglie i dati, senza la necessità di installare agenti sul server, e li memorizza in un database centralizzato, presso l’azienda o in cloud.

Soluzione dei problemi: quando si verifica un problema con SQL Server, viene analizzato e risolto nel minor tempo possibile.

Reportistica: periodicamente, d’accordo con il cliente, viene prodotto un report consuntivo della situazione delle istanze monitorate, dei problemi riscontrati, dei tempi di risoluzione.

Dal punto di vista tecnologico, il sistema ha due componenti principali: il Data Collector e il portale web di amministrazione e diagnostica.

Il Data Collector

La raccolta delle informazioni dalle istanze monitorate viene effettuata da un servizio, che può essere installato sia su sistema operativo Windows che Linux, il quale si occupa di contattare le istanze SQL Server da monitorare ad intervalli prestabiliti e configurabili, eseguire le query di diagnostica e memorizzare i dati su un database SQL Server centralizzato, utilizzando un server già presente in azienda o in cloud.

Non è necessario installare agenti sui server da monitorare, il che rende molto semplice implementare la soluzione di monitoraggio, anche in ambienti con molteplici istanze.

Il portale web di amministrazione e diagnostica

Il portale web, dopo essersi autenticati, consente di visualizzare in una dashboard una panoramica dei server monitorati e lo stato dei principali indicatori di salute (es. un elenco dei job falliti, backup non effettuati, situazione dello spazio disco e database, etc).

Nella pagina degli Alerts vengono elencate le condizioni critiche rilevate dal data collector nella fase di raccolta delle KPI.

Dallo stesso portale, per gli utenti abilitati, è possibile configurare la soluzione di monitoraggio, aggiungendo o modificando i server da monitorare e le query di diagnostica da utilizzare per il monitoraggio.

Uno dei punti di forza del sistema, infatti, è la possibilità di definire delle query completamente custom per catturare lo stato di un determinato set di dati, normalmente riferiti ad una caratteristica di SQL Server (ad esempio se esistono dei job falliti o l’elenco degli utenti con diritti di amministratore), ma possono essere anche riferiti ai propri dati (ad esempio interrogando il numero di ordini effettuati nella giornata in una certa zona geografica).

Per qualsiasi informazione riguardo questo servizio, vi invito a scrivermi all’indirizzo: info@sqlserverinfo.it.